Laurea di Medicina in inglese: 100 studenti per anno, lezioni all’Alberoni. Test a settembre

31 Maggio 2021

Il nuovo corso di laurea in Medicina in lingua inglese, che partirà a Piacenza a settembre 2021, è stato illustrato nel dettaglio da Elena Masselli, docente Università degli Studi di Parma, agli studenti che dovranno fare la scelta di quale facoltà intraprendere al termine delle superiori. Una proposta che ha suscitato un notevole interesse, a giudicare dal numero di connessioni che hanno seguito il webinar di lunedì 31 maggio: circa 200.

Si tratta di un corso di laurea estremamente innovativo, interamente concepito in un contesto internazionale sia nella ricerca biomedica sia nella medicina clinica, come spiegato in apertura dal direttore generale dell’Ausl, Luca Baldino e dal sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, perché coniuga la formazione in lingua inglese – che permette di creare relazioni con studenti provenienti dall’estero e quindi futuri medici in ospedali del mondo – alla possibilità di usufruire di una futura struttura ospedaliera locale interamente concepita in un’ottica post covid.

Gli iscritti al corso di laurea svilupperanno una conoscenza medica completa, dalla promozione della salute alla medicina d’urgenza, dalla ricerca applicata alle ultime tecnologie mediche all’economia e alla gestione della salute.

Le lezioni si terranno tutte al collegio Alberoni: nella sala degli Arazzi il primo anno, e in aule in corso di allestimento nei 5 anni successivi. Saranno resi disponibili servizi agli studenti, come housing e mensa. Il numero massimo di studenti sarà 100 per ogni anno, e per l’ingresso sarà necessario sostenere uno specifico test di ingresso in lingua inglese (Imat, International medical admission test) previsto per il 9 settembre prossimo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà