Ragazza risucchiata per i capelli da un cardano: è in condizioni molto gravi

14 Giugno 2021


Gravissimo incidente agricolo oggi, lunedì 14 giugno, all’interno di un appezzamento situato a Boscone Cusani, frazione del comune di Calendasco: per cause da accertare, intorno alle 8.00, una ragazza di 25 anni di origine albanese è rimasta impigliata per i capelli ad un cardano, strumento utilizzato per la trasmissione meccanica, in questo caso utilizzata per attivare le operazioni di irrigazione. La giovane pare sia regolarmente assunta come bracciante.
Gli uomini del 118 di Castel San Giovanni hanno prestato le prime cure sul posto dove è giunta anche una squadra dei vigili del fuoco, dopodiché la giovane è stata trasportata in elicottero all’Ospedale Maggiore di Parma dove sarà ricoverata nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni sono molto serie.
Sul posto per gli accertamenti i carabinieri.

L’ALLARME DEI SINDACATI
Cgil, Cisl, Uil di Piacenza, unitamente alle loro categorie dell’agricoltura, sono in ansia per le gravi condizioni della giovane operaia rimasta ferita questa mattina a Boscone Cusani. “L’ennesimo incidente sul lavoro – si legge in una nota – ha come vittima questa volta una giovane lavoratrice, appena ventiseienne. Cgil, Cisl, Uil chiedono di fare piena chiarezza sulle circostanze dell’incidente, ancora in corso di accertamento. La campagna nazionale e regionale promossa con lo slogan “Fermiamo la strage nei luoghi di lavoro” sarà prolungata perché la situazione delle morti e degli infortuni delle lavoratrici e dei lavoratori specialmente in agricoltura, nei cantieri e in fabbrica è diventata un’autentica emergenza, impossibile da mettere in secondo piano. In tutti i luoghi di lavoro devono essere applicate e rispettate le misure normative e contrattuali previste, altrimenti non si può più parlare di incidenti sul lavoro, ma di una strage consapevole che ha dei responsabili. I sindacati confederali della provincia di Piacenza confermano la necessità di dare sviluppo e attuazione pratica alle decisioni che si stanno prendendo nei tavoli già attivati in Prefettura per garantire la sicurezza in tutti i luoghi di lavoro della provincia di Piacenza, in particolare nei settori dell’edilizia, della logistica e dell’agricoltura.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà