Da Cuneo a Venezia, 700 km in kayak per il maestro e fotoreporter Marzio Toniolo

25 Giugno 2021

Arriva con il suo kayak saldamente ancorato al tettuccio della macchina Marzio Toniolo di Ponte dell’Olio, maestro elementare e fotoreporter dell’agenzia di stampa Reuters. Sembra strano pensare che con quello stesso kayak fra qualche giorno solcherà le acque del Po, dalla provincia di Cuneo fino a Venezia. Soprattutto perché fino ad oggi Marzio in kayak c’è andato un paio di volte. La partenza è fissata per l’1 luglio, il ritorno tassativamente prima del 17 “dato che – spiega sorridendo – in quella data ho un aereo che mi porterà in Sardegna dai miei genitori”.

“È quella di percorrere il Po dalle suo origini fino alla foce – spiega – in tutto sono circa 700 chilometri – spiega – non ho tappe prestabilite, vedrò un po’ durante il viaggio. Parto dal primo tratto navigabile in kayak e poi vado avanti. Mi sono informato sul percorso, ho visto che nella zona di Torino e Vercelli ci sono degli sbarramenti: in tutto sono 13, l’ultimo lo trovo a Isola Serafini, ma mi è stato detto che mi aiuteranno ad attraversare anche quel punto. Per il resto… vedremo”.

Il viaggio, documentato quotidianamente attraverso la fotografia e i social networks, nasce non soltanto per raccontare il fiume e le persone che ancora lo popolano, ma anche per raccogliere fondi da destinare all’Associazione “Luca Noli” che si occupa di incentivare e divulgare la cultura dell’architettura.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà