Nobel per la Pace ai sanitari italiani, anche Bocelli appoggia la candidatura

29 Giugno 2021

Anche Andrea Bocelli, tenore celebre in tutto il mondo, sostiene la candidatura del corpo sanitario italiano al premio Nobel per la Pace 2021, lanciata dalla Fondazione Gorbaciov con sede a Piacenza, per riconoscere lo sforzo dei camici bianchi nella lotta al Covid. Il cantante ha inviato una lettera all’ente per supportare l’iniziativa di cui il dottor Luigi Cavanna, primario di oncoematologia all’ospedale cittadino, è testimonial ufficiale.

“Un altissimo riconoscimento, che va a premiare idealmente tutti coloro che nel mondo, con amore e spesso agendo silenziosamente nell’ombra, pongono le loro competenze e i loro talenti al servizio del bene, della cura, della pace”, scrive Bocelli, tenore celebre in tutto il mondo. “Sono particolarmente lieto che la Fondazione Gorbaciov – aggiunge Bocelli – abbia ufficialmente consegnato al Comitato per il Nobel norvegese di Oslo la proposta della candidatura del corpo sanitario italiano al premio Nobel per la Pace 2021. La appoggio con convinzione: ha un potente significato simbolico, dato che l’intero comparto sanitario italiano ha affrontato l’emergenza innescata dalla pandemia con straordinaria professionalità e spirito di sacrificio”.

Sempre in queste ore, inoltre, la campagna di candidatura della Fondazione Gorbaciov ha ottenuto il patrocinio gratuito di Confindustria Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà