Cna saluta i 18 nuovi operatori meccatronici: “C’è grande richiesta”

01 Luglio 2021

Ogni anno ne formano una ventina. Ma le richieste di operatori meccatronici dell’autoriparazione, quelli che una volta erano semplicemente detti “meccanici”, sono almeno cinquanta ogni anno. Lo evidenzia chiaramente la direttrice di Cna Piacenza Enrica Gambazza a margine della consegna della qualifica ai diciotto ragazzi che dopo due o tremila ore di formazione sono ufficialmente diventati operatori meccatronici dell’autoriparazione.

Per molti di loro gli studi non finiscono qua: “Dopo un anno di superiori e due di formazione da noi, undici proseguiranno frequentando il quarto anno aggiuntivo di specializzazione – spiega Gambazza – tre invece andranno a lavorare in un’azienda del settore. Altri sono ancora in cerca di lavoro, ma viste le richieste che ci arrivano, lo troveranno a breve”.

Spazio dunque alla consegna delle qualifiche del corso erogato da Ecipar, l’ente di formazione di Cna, ai ragazzi che hanno sostenuto l’esame: Lorenzo Bertuzzi, Ruben Blaga, Christopher Csosz, Babacar Diop, Francis Egbunike, Raid Ellabib, Francesco Fiorillo, Massimo Gazzola, Gianluca Incerti, Aleksandar Jeftimov, Achraf Khiroune, Matteo Mignacca, Hamza Nahid, Matteo Paraboschi, Gioele Petesi, Mattia Tranchina, Manuel Vezzulli e Massimiliano Xhelo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà