Nuova piazza per Cadeo, il sindaco: “Nel segno della condivisione e accoglienza”

26 Luglio 2021


“Cadeo, ha alle spalle una storia di condivisione e accoglienza millenaria che continua oggi anche attraverso questa piazzetta che oggi inauguriamo”. Così il primo cittadino di Cadeo Marco Bricconi nella mattinata del 24 luglio ha ufficialmente inaugurato la nuova piazzetta del pellegrino, la prima e unica piazza centrale del paese.

“Con il progetto di questa piazza siamo stati di interesse internazionale – sottolinea Bricconi – grazie al progetto “Francigena in Comune” che coinvolge oltre a Cadeo, i comuni di Calendasco, Gragnano, Pontenure, Fiorenzuola e Alseno, e che punta ad elevare l’interesse globale di un itinerario riconosciuto dal Consiglio di Europa dal 1994”.

La Via Francigena – grazie ad una variante del tracciato – passa sul territorio comunale che diviene così meta di numerosi pellegrini.

“Al centro di questo progetto vi sono le persone – interviene Sami Tawfik, in rappresentanza dell’Associazione Europea delle Vie Francigene – Questi pellegrini sono utili anche alla società. Questi pellegrini sono cittadini temporanei. Come associazione AEVF stiamo facendo una grande marcia 3200 km, al centro del cammino vi sono il patrimonio e la ripartenza. Saremo qui a Cadeo il 13 agosto”.

“Chiediamo aiuto a Dio perché questo sia davvero luogo di accoglienza, fraternità e comunione”, ha ricordato il parroco don Umberto Ciullo nel corso della benedizione della piazza. Tra i partner che hanno reso possibile la realizzazione della rigenerazione della piazza del Municipio vi è la Regione, che ha finanziato l’intervento della piazzetta per circa 166 mila euro.

“Nella nuova piazzetta di Cadeo si possono trovare l’accoglienza cittadino e pellegrino, spazi pedonali più ampi – spiega l’architetto Vito Redaelli curatore della progettazione – ma anche nuovi servizi, come la ricarica per bici elettriche e l’ ecologia urbana, attraverso i pavimenti drenanti. Senza scordare che Cadeo ha avuto il pregio di attivare altri servizi correlati alla Francigena, come il nuovo ostello e la variante del tracciato”.

“Questo progetto è stato realizzato in tempi brevi – sottolinea l’architetto Stefano Tamengo – . Un intervento importante per Roveleto, attraversato da via Emilia e quindi privato di una centralità. Tra le importanti azioni fatte, anche quelle sui sottoservizi della zona della piazza, per non intervenire più in futuro”.

Un’inaugurazione riuscita grazie alla collaborazione di tanti: Sergio Efosi e “Fiorenzuola in movimento” alla guida della camminata pomeridiana alle 18, al Circolo tappa 37 che ha offerto aperitivo e spettacolo di magia serale per bambini e a Walter Sarsi e Angelo Marchetta che hanno realizzato un video che segue passo a passo la nascita della piazza”, conclude la vicesindaco Toma.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà