“Treni pieni, niente distanze di sicurezza”. Le segnalazioni dei pendolari

28 Luglio 2021

Treni dei pendolari pieni come ai vecchi tempi. Quelli pre-pandemia. È quanto registra un cittadino che l’altra mattina si è ritrovato a prendere il regionale veloce di Trenitalia che parte da Milano centrale alle 7.20 del mattino e ferma a Piacenza alle 8.14 per arrivare a Bologna alle 10.10. Le immagini che ha scattato e che pubblichiamo sono eloquenti: passeggeri in piedi e seduti sulle scale, attaccati uno all’altro senza la possibilità di rispettare le distanze di sicurezza.

“Di solito prendo il treno precedente, ma l’altra mattina l’ho perso e sono stato costretto a prendere quello che arriva a Piacenza alle 8.14 – spiega il cittadino che è originario della provincia di Milano ma da ormai diversi anni ogni giorno si sposta a Piacenza per lavoro – la situazione che mi sono trovato davanti mi ha lasciato sconcertato: persone ovunque, il treno era pienissimo, molti non potevano sedersi e hanno fatto il viaggio in piedi o seduti sugli scalini. Sinceramente, era da prima che scoppiasse la pandemia che non mi trovavo davanti a un caos del genere su un treno. E sì che faccio il pendolare tutti i giorni da Milano a Piacenza”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà