Spari contro C130 a Kabul, sul volo il fotoreporter Micalizzi: “Caos e disperazione”

29 Agosto 2021

“Ho assistito a una fuga isterica di disperati da una situazione di totale incertezza”. Gabriele Micalizzi, fotoreporter 37enne la cui famiglia risiede a Pianello, ha appena fatto rientro dall’Afghanistan. Insieme al giornalista di Mediaset Fausto Biloslavo ha documentato il caos attorno all’aeroporto di Kabul. “Mi sono trovato di fronte ad una bolgia infernale. Una massa di persone devastate che fatico a descrivere e il cui unico obiettivo era di riuscire a lasciare il Paese”. Il C130J dell’Aeronautica Militare con cui è partito giovedì scorso da Kabul è stato uno degli ultimi aerei, della missione italiana, ad aver lasciato la capitale afghana ed è lo stesso la cui pilota ha dovuto effettuare, subito dopo il decollo dall’aeroporto Hamid Karzai la mattina di giovedì 26 agosto, una manovra diversiva per evitare gli spari di una mitragliatrice. Poche ore dopo, in quello stesso aeroporto c’è stato l’attentato che ha ucciso 170 persone.

L’INTERVISTA INTEGRALE NELL’ARTICOLO DI MARIANGELA MILANI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà