“Ha fatto fare l’infibulazione alle nostre figlie”. Donna denuncia il marito

03 Settembre 2021

Un uomo è stato denunciato per aver sottoposto al procedimento di infibulazione le due figliolette in tenera età. La denuncia sarebbe stata sporta dalla madre delle bambine che non avrebbe accolto di buon grado quanto l’uomo avrebbe stabilito di fare.
Da indiscrezioni pare che il padre extracomunitario delle due bambine (che abita a Piacenza) abbia raggiunto durante l’estate il suo paese d’origine in Africa con la sua famiglia per un breve viaggio. Durante la permanenza nel paese d’origine, (in varie zone dell’Africa la infibulazione è ancora diffusa anche se in diverse paesi di questo continente è proibita per legge) l’uomo ne avrebbe approfittato per far sottoporre le due figliolette al procedimento dell’infibulazione. La moglie dell’uomo non avrebbe saputo cosa avveniva alle due bimbe durante il viaggio africano, o forse pur sapendolo non ha potuto impedire quanto stava accadendo e pare abbia preferito segnalare il fatto alle autorità competenti, non appena le bambine con il padre hanno fatto ritorno a Piacenza. Il reato di infibulazione (nei casi più gravi la mutilazione degli organi genitali femminili) è punito fino a 12 anni.

Del caso si sta occupando la procura.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà