Violentata dal capo: imprenditore condannato a un anno e otto mesi

05 Settembre 2021

Un imprenditore piacentino è stato condannato ad un anno e otto mesi di pena con rito abbreviato (beneficiando così di uno sconto di pena di un terzo) per aver violentato una sua dipendente. Il fatto era avvenuto a Paicenza nel 2017. Il processo era avvenuto a porte chiuse mesi fa. Il pm nel corso dell’udienza aveva chiesto per l’accusato, un sessantenne, una pena di 2 anni e 4 mesi di pena. L’uomo si è sempre dichiarato innocente ed ha fatto ricorso in appello. Da quanto si è appreso l’imprenditore aveva invitato a casa sua una dipendente piacentina 35enne per motivi di lavoro. La donna una volta entrata in casa si è vista chiudere a chiave la porta dell’appartamento e secondo quanto ha poi lei raccontato agli inquirenti lui l’avrebbe aggredita e violentata.

IL SERVIZIO COMPLETO DI ERMANNO MARIANI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà