Prof di religione in rivolta contro le nomine: “Intervenga il vescovo”

15 Settembre 2021

“Signor vescovo, rimuova il responsabile dell’Ufficio diocesano per l’insegnamento della religione cattolica dal suo incarico”. A chiederlo è “un gruppo di circa 35 insegnanti di religione” (così si firmano) in servizio nelle diverse scuole piacentine.
I docenti lanciano pesanti accuse sulla gestione delle nomine degli insegnanti di religione cattolica e hanno scritto una lettera dai toni durissimi.

Nessuno, a partire dal vescovo di Piacenza-Bobbio, Adriano Cevolotto (tra i destinatari del documento) ha voluto replicare. La Curia opta per il silenzio, almeno per ora, limitandosi a considerare inopportuno prendere in esame un documento di fatto anonimo. E’ però ipotizzabile che chi muove le accuse, concentrate sui personalismi che accompagnerebbero le nomine dei singoli insegnanti a seconda delle simpatie dell’incaricato, possa aver scelto la strada dell’anonimato per timore di eventuali ripercussioni personali.

IL SERVIZIO COMPLETO DI SIMONA SEGALINI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà