La polizia locale attende il comandante ma pesano le carenze dell’organico

25 Settembre 2021

Carenza d’organico, agenti stanchi, mancanza di una programmazione a lungo termine. Per Luigi Nava, nuovo comandante della Polizia locale di Piacenza, si annuncia un inizio in salita quello al comando del Corpo di via Rogerio. In questi giorni il direttore generale Enrico Maria Carbonara ha comunicato in via ufficiosa alle rsu che Nava entrerà in servizio a partire dall’11 ottobre. Sull’operatività del Copro pesa anzitutto la carenza d’organico: può contare adesso su una pianta di 103 agenti effettivi. Pochi se rapportati ai circa 130 che dovrebbero essere stando ai parametri, alle sempre più pressanti esigenze di pattugliamento del territorio e ai 600 esposti che piovono al comando ogni anno da parte di cittadini che chiedono risposte celeri per le più svariate necessità. In più ci sono altre criticità: i 15 agenti entrati in servizio un anno fa non sono abilitati all’uso del tonfa (bastone distanziatore) e dello spray al peperoncino.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà