Oltre mille posizioni di lavoro “regolarizzate” grazie alla Prefettura

25 Settembre 2021

Oltre mille immigrati hanno visto concretizzarsi il sogno della regolarizzazione grazie al supporto della Prefettura di Piacenza. Sono state infatti complessivamente 1.505 le istanze di emersione di rapporti di lavoro irregolari presentate ad agosto 2020, presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura di Piacenza di cui 1.191 relativi al lavoro domestico e 314 al lavoro subordinato. Le istanze attualmente definite sono 1.349, pari al 90% del totale, delle quali 1.031 hanno avuto esito positivo con la sottoscrizione del contratto di soggiorno tra la parte datoriale e il lavoratore o per attesa occupazione e 318 (24%), viceversa, rigettate.

L’attività svolta dagli uffici nell’ultimo anno ha visto la sinergia tra le istituzioni coinvolte nel procedimento di regolarizzazione, nonché l’impiego di sette operatori interinali a supporto dello sportello, il cui contratto è stato prorogato fino al prossimo 31 dicembre.

All’emersione dei rapporti di lavoro irregolari si associa il complesso delle attività messe in campo dalla Prefettura per la promozione della cultura della legalità, anche attraverso iniziative di prevenzione e non solo di repressione di eventuali illeciti nel mondo del lavoro.

Proseguono, infatti, i lavori dell’Osservatorio sulla sicurezza sul lavoro, per gli aspetti dell’analisi e della formazione ed informazione dei lavoratori, dei datori di lavoro e anche degli studenti, con il coinvolgimento delle scuole del territorio.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà