Gatto ucciso da un proiettile tra le case di Lusurasco: indagano le guardie zoofile

28 Settembre 2021

Un gatto è stato ritrovato morto, in una pozza di sangue, sulla soglia di casa. E’ successo venerdì scorso nella frazione di Lusurasco di Alseno. Sono intervenuti i carabinieri e le guardie zoofile. Secondo il capo-nucleo provinciale dell’Enpa Michela Bravaccini “il colpevole sapeva a quale punto del corpo mirare, a uccidere il micio è stata una persona capace di maneggiare le armi”.

Lo dimostrerebbe la lastra sulla carcassa effettuata dalle pattuglie zoofile, che hanno avviato le indagini e proceduto al sequestro penale del corpo di Erny (così si chiamava il felino). “Questo primo esame – spiega Bravaccini – evidenzia la presenza di un proiettile di arma da sparo nella trachea, nonché di alcuni frammenti metallici nella zampa riconducibili a un altro colpo inferto qualche mese fa”. Il corpo del gatto, adesso, si trova all’Istituto zooprofilattico di Gariga per l’esame autoptico, con valore probatorio dal punto di vista processuale.

Il padrone ha presentato una denuncia contro ignoti. Le guardie zoofile sono alla ricerca di tracce utili a individuare il colpevole.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà