Ponte Barberino, i cittadini si mobilitano: raccolte 1.200 firme per la ricostruzione

16 Novembre 2021

Costruito dai sacrifici dei bobbiesi, bombardato, ricostruito, il ponte di Barberino, tra Bobbio e Coli, è crollato durante l’alluvione del 2015. L’acqua era muscolosa, ma quel ponte in sasso era già stato segnalato decine di volte tra i pericolosi e all’alba del 14 settembre di sei anni fa, pochi istanti prima del crollo, ci passava sopra in sopralluogo il sindaco Roberto Pasquali. Per poco quindi non ci furono vittime. Il motto della Regione fu da subito quello di ricostruire fino all’ultimo mattone, ma a distanza di sei anni mancano ancora all’appello il ponte di Barberino appunto e quello di Folli a Ferriere, dove oggi almeno c’è un guado a garantire viabilità.

Così alcuni cittadini, senza appartenenza politica, hanno consegnato nei giorni scorsi al presidente della Regione Stefano Bonaccini 1200 firme, per chiedere che quel ponte venga ricostruito. “Io penso che Bonaccini sia un grande presidente, gli chiediamo però di aiutarci, lui per ora ha detto di non poter dare una data”, dice il promotore Francesco Marchionni.

IL SERVIZIO COMPLETO DI ELISA MALACALZA SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà