Confcommercio, Barbieri è il nuovo direttore. “Ripresa economica ancora lontana”

08 Gennaio 2022

E’ Gianluca Barbieri il nuovo direttore provinciale di Confcommercio. La nomina è arrivata ufficialmente nei giorni scorsi da parte del consiglio dell’associazione di categoria, che conta circa 1.450 soci nel Piacentino. Barbieri, attivo in Confcommercio dal 2001 prima come delegato di zona a Castel San Giovanni e poi nel ruolo di vicedirettore territoriale, succede ad Alberto Malvicini.

In questa fase, Confcommercio si trova ad affiancare le attività in un’ulteriore fase di cambiamento. Il nuovo decreto del governo Draghi, infatti, introduce il green pass per accedere a diversi negozi, tra cui barbieri, centri estetici e servizi. Quale sarà l’impatto? “Le regole sono sempre più stringenti. Ben venga questo provvedimento temporaneo, se serve a contenere gli effetti di Omicron. Ma forse si tratta di un appesantimento inutile per gli esercenti, perché c’erano già condizioni di sicurezza sufficienti, come il distanziamento e l’obbligo di mascherina”.

La ferita del Covid è ancora profonda: “Nel settore – dice Barbieri – le ripercussioni si sentono, parecchio. Anche se le conseguenze più gravi della crisi sono state attutite, per le attività i volumi d’affari del 2019 sono lontani”. E la ripresa economica? “Le premesse c’erano. Ma il recente aumento dei costi di materie prime e bollette ha messo nuovi ostacoli lungo il percorso. Parlare di ripartenza, oggi, è un concetto fuori luogo. Le strutture ricettive, la ristorazione e le discoteche vivono un momento davvero preoccupante”.

Il presidente provinciale di Confcommercio Raffaele Chiappa augura “buon lavoro” al neodirettore Barbieri, rimarcando che “la sua figura è quella più adatta a svolgere questo ruolo, dopo vent’anni di esperienza in forza all’associazione di categoria”.

L’INTERVISTA A CURA DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà