“Ingegné, un piccolo pensierino”: dalle indagini appalti pilotati in Provincia

11 Febbraio 2022


I legami dell’imprenditore Nunzio Susino, in base a quanto emerso dalla maxi inchiesta dei carabinieri che ha portato all’emissione di 11 ordinanze di custodia cautelare, avrebbero interessato anche l’ente provinciale. Secondo gli inquirenti Susino aveva instaurato un rapporto privilegiato con l’ingegner Stefano Pozzoli, direttore del servizio lavori pubblici.

Nel 2019 – secondo gli investigatori – Pozzoli avrebbe agevolato l’imprenditore nell’aggiudicazione di un appalto da 95mila euro per il rifacimento della copertura della palestra dell’istituto superiore Raineri Marcora e per lo stesso edificio, un affidamento per un importo di circa 23mila euro. Nel mese di dicembre, secondo gli accertamenti degli inquirenti, i due si sarebbero incontrati a Piacenza e in quell’occasione, Susino avrebbe ceduto denaro contenuto in una busta al dirigente come riconoscimento.

“Ingegné io ci devo dargli un piccolo pensierino…e…non so se farcelo la… telecamere, cose…io” esordisce Susino e, in base a successive conversazioni telefoniche dell’imprenditore, si evince che, prima l’ingegnere era titubante, ma in seguito avrebbe accettato la busta.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà