Elezioni, fermento nel terzo polo: “È tempo di mettere insieme le idee per la città”

18 Febbraio 2022

Un’ipotesi di logo del “terzo polo” che circola sui social network

“Costruire un progetto alternativo alla candidatura Barbieri è una priorità. Con quali forze, lo si vedrà”. Così l’ex assessore Filiberto Putzu, dimissionario nel rimpasto di giunta del 2018, conferma l’intenzione di dare vita a uno schieramento centrista nell’imminente corsa elettorale in città.

Un’ulteriore mossa in questa direzione è quella della “Officina delle idee”, guidata anche dal leghista Massimo Polledri, che su Facebook annuncia un appuntamento alquanto enigmatico in programma stasera alle ore 20.30: “È tempo di conoscerci e mettere insieme le idee per la nostra città – si legge sui social network – ci incontriamo dal vivo. Per partecipare e avere l’indirizzo, scriveteci un messaggio”. Probabilmente, la riunione del gruppo si terrà nella sala di via Taverna. L’iniziativa punta a dare un ulteriore impulso al dialogo tra i moderati che non si riconoscono nel centrodestra di Patrizia Barbieri.

Di certo, i protagonisti della riflessione politica – o forse, qualcosa di più – sono Putzu e Polledri, insieme ai consiglieri comunali Michele Giardino (referente della “Buona destra”) e Mauro Saccardi del gruppo misto. Resta, poi, un punto interrogativo sulla posizione dei Liberali: a quanto pare, i contatti con il “terzo polo” non mancano. E infine il rebus sull’eventuale candidato a sindaco: i nomi che circolano sono quelli di Giuseppe Cavalli (amministratore di Piacenza Expo), del consigliere comunale Antonio Levoni, o ancora di Polledri.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà