Da Castelvetro al confine tra Polonia e Ucraina: il viaggio di don Massimiliano

31 Marzo 2022

Foto Fabio Lunardini

Farà più di tremila chilometri per portare direttamente a destinazione gli aiuti alle popolazioni colpite dalla guerra in Ucraina.
È partito ieri sera, dopo aver recitato un rosario, il parroco di Castelvetro don Massimiliano Camporese, insieme a due membri del Consiglio pastorale: Mario Mancuso e Magda, da tanti anni in Italia ma polacca di origine che farà da interprete. La destinazione infatti è il centro di raccolta di Medyka, piccolo paesino in Polonia adiacente al valico di frontiera con l’Ucraina, con poco meno di tremila abitanti.
“Innanzitutto vorrei ringraziare tutta la comunità, non solo di Castelvetro – ha commentato – ma anche quelle dei paesi vicino, perché hanno partecipato con il giusto spirito alla raccolta delle cose necessaria. Abbiamo deciso di partire, ascoltando le richieste che arrivavano dal confine, dai parenti e dagli amici della nostra Magda. Abbiamo anche dato la disponibilità per poter ospitare quattro bambini ucraini presso la nostra Scuola materna di Croce Santo Spirito e per alloggiare anche qualche mamma”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà