Allarme incendi, aumentano le sanzioni. Prefettura: “Sensibilizzare cittadinanza”

01 Aprile 2022

Si alza l’attenzione per il rischio di incendi nella nostra provincia. Oggi, 1 aprile, d’intesa con l’Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile, si è tenuto un incontro in videoconferenza presieduto dal Prefetto Daniela Lupo, per un focus sulle vulnerabilità del territorio provinciale, con particolare riferimento al tema della siccità e degli incendi boschivi.

Alla riunione hanno partecipato i sindaci dei comuni della Provincia, rappresentanti della Regione Emilia Romagna, di Atersir, dell’arma dei Carabinieri – Gruppo Forestale, dei vigili del Fuoco, della Protezione Civile Regionale e Provinciale, degli Enti gestori delle dighe.

Riguardo al tema degli incendi boschivi, è stato illustrato il sistema di intervento, anche alla luce dello stato di grave pericolosità vigente fino al prossimo 3 aprile. Nel corso della riunione è emersa l’opportunità di sensibilizzare la cittadinanza circa i divieti e al nuovo regime sanzionatorio, previsto dalla nuova legge con la quale sono state maggiorate le sanzioni per chi viola le prescrizioni o adotta comportamenti pericolosi; in particolare il pagamento in misura ridotta della sanzione pecuniaria è stato aumentato ad euro 10mila (precedentemente 2.064 euro).

E’ stata rimarcata l’importanza dell’aggiornamento comunale del catasto delle aree percorse dal fuoco, nonché delle pianificazioni locali di protezione civile per gli incendi di interfaccia con l’eventuale incremento e conseguente mappatura delle bocche di presa per facilitare il rifornimento delle autobotti.

E’ stato chiesto ai comuni e agli enti gestori delle strade di porre in essere, ognuno per quanto di competenza, le necessarie operazioni silvicolturali di gestione, pulizia e manutenzione delle aree boschive e lungo le reti viarie.

In chiusura dei lavori, il Prefetto ha evidenziato l’importanza dell’attività di conoscenza del territorio, utile alla gestione complessiva degli enti comunali e non solo per gli aspetti di Protezione Civile.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà