Tagliate le catene e spostate le biciclette per rimuovere due rastrelliere sul Facsal

04 Maggio 2022

Vai a prendere la bici dove l’avevi lasciata ma la trovi dall’altra parte della strada con la catena tagliata. E’ quanto successo ad alcuni cittadini che ieri avevano parcheggiato le bicilette su due rastrelliere collocate all’ingresso del Facsal, difronte alla statua girevole del patrono Sant’Antonino.

Riccardo ogni mattina arriva in città col pullman scende alla fermata davanti al liceo Respighi recupera la sua bici e va a lavorare. Ieri non si sarebbe mai aspettato di non trovare la ormai familiare rastrelliera del Facsal. Come lui, diversi cittadini non hanno trovato né le rastrelliere né le bicilette.

Una volta rotti i lucchetti e le catene, infatti, le bicilette di Riccardo e di altri cittadini sono state spostate dall’altra parte del Pubblico passeggio, dove sono state ritrovate dai proprietari. Le due rastrelliere nelle quali erano legate le bicilette sono state rimosse. Un intervento che – secondo i residenti della zona – era stato segnalato da più di un mese con appositi cartelli.

La rimozione delle due rastrelliere sarebbe dovuta a un fattore di sicurezza soprattutto legato alle manifestazioni e alle rassegne che verranno svolte sul pubblico passeggio.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà