“Comunicare la città sostenibile”: premiate anche due associazioni piacentine

17 Maggio 2022

Ci sono anche due associazioni piacentine, Cosmonauti e Divercity, tra le dieci iniziative di protagonismo giovanile in campo ambientale selezionate nell’ambito del progetto “Comunicare la città sostenibile”, promosso dalla Fondazione Acra di Milano con il sostegno della Regione Emilia Romagna e del Comune di Piacenza.

Scopo del progetto è quello di coinvolgere e sensibilizzare i giovani sul tema del consumo consapevole, delle filiere locali e dell’orticoltura urbana e di selezionare e valorizzare sperimentazioni, pratiche ed esperienze a sostegno dell’ambiente nella nostra regione. Il percorso di selezione delle iniziative è stato condotto cercando di esplorare e valorizzare la diversità territoriale e la sostenibilità ambientale dei vari progetti nei grossi centri urbani (Bologna, Parma e Piacenza), in quelli medi (Castelfranco Emilia e Casalgrande, Cesena, Ravenna) e piccoli (Vignola) e nelle aree montane dell’Appennino (Castelnovo nei Monti). Così come sono stati selezionati progetti in grado di restituire la molteplicità delle forme di partecipazione, identificando e premiando realtà giovanili costituite in associazioni di promozione sociale o universitarie, gruppi informali ma anche esperienze di natura ibrida, frutto della collaborazione con l’amministrazione locale. Ciascuna delle iniziative individuate è stata premiata con un “buono” di 500 euro da investire per lo sviluppo dell’attività.

Nato nel 2017 nel contesto della sessione internazionale del Parlamento europeo giovani di Brno, il progetto Divercity – che conta circa 40 associati, distribuiti tra Piacenza, Milano, Trieste e Peccioli (Pisa) – si configura come una piattaforma digitale che svolge il ruolo di ponte tra le idee creative dei ragazzi e i mezzi per dare loro concretezza. Le iniziative realizzate spaziano dalla valorizzazione della memoria storica – come nel caso di “Cartoline senza tempo” promossa a Peccioli per favorire il dialogo intergenerazionale attraverso la registrazione di podcast – al progetto “Divercity for school”, ideato per rispondere alle esigenze della didattica a distanza emerse durante la pandemia.

“Cosmonauti”, nata nel 2016 grazie alla partecipazione al bando comunale “Giovani protagonisti”, è un’associazione di promozione sociale a vocazione agricola (con 12 soci attivi) che gestisce l’orto comunitario di Santa Maria di Campagna e aree orticole presso due centri di aggregazione giovanile del Comune. Sin dalla nascita l’associazione propone l’agricoltura sociale come strumento educativo e di inclusione sociale. La vocazione è quella di aprire spazi verdi aperti alla cittadinanza: attraverso corsi e giornate aperte al pubblico gli orti diventano accessibili al pubblico. Nell’ambito della co-progettazione “Tra corpo e territorio” di cui Acra è capofila, in collaborazione con il Comune di Piacenza è stato strutturato un partenariato strategico per l’avvio di progetti di outdoor education negli spazi verdi delle scuole primarie a cui Cosmonauti offre servizi di consulenza agronomica e nell’aula verde degli orti di Santa Maria di Campagna. Parallelamente l’associazione in questi mesi ha lanciato percorsi di formazione sull’agricoltura urbana rigenerativa rivolta ai giovani under 35.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà