A San Giorgio riparte “Aggregamenti”: un’estate di volontariato per i ragazzi

19 Giugno 2022

Riparte il progetto di volontariato promosso dal Comune di San Giorgio e rivolto ai ragazzi e alle ragazze residenti nel territorio del drago. “un’importante opportunità di crescita che permette di vivere un’estate diversa nell’ottica di aiutare il prossimo ed essere coinvolto attivamente a favore della propria comunità” le parole di Donatella Alberoni, sindaco di San Giorgio che – insieme all’intera amministrazione – tiene particolarmente al progetto denominato “Aggregamenti”. Un termine volutamente in contrapposizione ai distanziamenti che, a causa dell’emergenza sanitaria, hanno compromesso la crescita e l’opportunità di socializzare dei giovani.

La partecipazione al progetto, come negli scorsi anni, consente il riconoscimento di crediti formativi presso gli istituti scolastici di appartenenza. Le iscrizioni sono aperte fino al prossimo 25 giugno e l’iniziativa è rivolta ai ragazzi sangiorgini nati dal 2004 al 2008. “Siamo molto orgogliosi di questo progetto realizzato pensando al futuro dei nostri giovani e, allo stesso tempo, al futuro della comunità – spiega il primo cittadino – ringrazio i volontari che seguiranno i ragazzi e le associazioni attive nel nostro territorio”.

Aggregamenti prenderà il via dal 27 giugno; la prima parte si concluderà il 29 luglio per poi riiniziare nell’arco di tempo tra il 29 agosto e il 9 settembre. I ragazzi potranno vivere diverse esperienze: dal volontariato in biblioteca all’assistenza amministrativa negli uffici comunali, passando epr la cura del verde pubblico e dei parchi giochi insieme ai volontari della Proloco e dell’Auser di San Giorgio. Non solo, è previsto l’aiuto compiti attraverso il quale i ragazzi di Aggregamenti aiuteranno gli alunni delle elementari e delle classi prima e seconda media; Per i ragazzi che hanno già compiuto i 16 anni è prevista anche l’attività di volontariato presso la sede della Pubblica assistenza San Giorgio.

Altra esperienza sempre presente da quando il progetto è stato ideato è quella all’interno della Casa di riposo Ceresa, dove i ragazzi saranno chiamati a svolgere attività di supporto e intrattenimento degli anziani ospiti della struttura. Novità di quest’anno l’iniziativa “Quadri in 3D” nella quale i partecipanti dovranno realizzare un’opera tridimensionale attraverso l’utilizzo di materiali naturali o di recupero.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà