Omicidio Pomarelli, in Appello confermati 20 anni a Massimo Sebastiani

06 Luglio 2022

La corte d’Appello ha confermato la condanna a vent’anni di carcere per Massimo Sebastiani, il tornitore oggi 48enne che il 25 agosto del 2019 uccise l’amica nel pollaio della sua abitazione a Campogrande di Carpaneto. A Bologna è stata dunque confermata la sentenza pronunciata nel luglio dello scorso anno in primo grado dal Tribunale di Piacenza.

NOTIZIA DELLE 7 – Il caso di Elisa Pomarelli torna in tribunale. Oggi a Bologna si  discuterà della tragica fine della 28enne di Piacenza in occasione del processo d’appello di Massimo Sebastiani, il tornitore oggi 48enne che il 25 agosto del 2019 uccise l’amica nel pollaio della sua abitazione a Campogrande di Carpaneto. Saranno ripercorsi gli argomenti che hanno portato il giudice di primo grado, a Piacenza, ad emettere il 19 luglio del 2021 la sentenza di condanna a vent’anni di reclusione, al termine di un processo con rito abbreviato che prevede una diminuzione di un terzo della pena. Sebastiani è difeso dall’avvocato Mauro Pontini mentre la famiglia Pomarelli è difesa dagli avvocati Alida Liardo e Paolo Lentini. 

L’associazione “Non una di meno” ha organizzato un presidio a Bologna.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà