Caldo record ieri nel Piacentino, sfiorati i 40 gradi a Villanova

16 Luglio 2022

Villanova, 15 luglio, ore 6 della mattina: 19 gradi centigradi. Una frescura gradita e desiderata di questi tempi. Stesso luogo (per la precisione località Castellazzo) ore 18. La colonnina di mercurio raddoppia e va oltre, fermandosi a 39,5 gradi. Venti tacche di sbalzo in dodici ore esatte.

Quella di ieri è stata una giornata decisamente fuori dalle medie di stagione (attestate di poco sopra ai 32 gradi), superiore ai 30 gradi registrati sempre a Villanova 10 anni fa e abbondantemente sopra la temperatura del 15 luglio dello scorso anno: 28 gradi, complici un annuvolamento e un po’ di pioggia.

La località della Bassa famosa per le ciliegie, che ieri ha segnato il primato di territorio più caldo del Piacentino secondo la rete di rilevatori di Arpae, non è stata ovviamente l’unica a far sudare e boccheggiare chi per una o tante ragioni non è in montagna o al mare ma a casa.

La mappa dell’area bassa della provincia, sempre delle 18 (ma spostandosi indietro di qualche ora nella cronologia temporale poco cambia) è punteggiata di caselline color fucsia, ovvero temperature tra i 38 e i 40 gradi, appena un gradino sotto quel viola (termometro over 40) che ben rappresenta il livello paonazzo, in altre occasioni, ma non è questa, indice di vistosi effetti del freddo, del vino, o di una collera improvvisa. Ma non è questo il caso.

Dai 38,4 di Borgonovo ai 36,8 di Piacenza, dai 36,9 di Vicomarino ai 36,2 di Bobbio.

Giusto per avere un riferimento, le temperature massime di ieri nel mondo sono state più clementi: 31 ad Atene, Hong Kong e Gerusalemme, 32 a Barcellona e Bucarest, 28 a Bangkok e 19 ad Amsterdam. Solo Il Cairo, con 36 gradi, può pensare di competere con il Piacentino, dove per scendere di tonalità e approdare in campo arancione bisogna salire un po’ di quota e arrivare ai 33,3 di Salsominore passando per i 34 di Bettola e i 33 di San Michele di Morfasso.

Decisamente meglio la notte, quando le temperature scendono per toccare il minimo verso le 6 della mattina: i 19 gradi di Villanova, poco più o poco meno, sono una costante in tutta la Provincia, tranne che a Valsigiara di Ottone in alta Valtrebbia, dove la colonnina è scesa fino a 13,6 °C. Roba da brividi.

Nessuna novità dal fronte delle previsioni: niente perturbazioni, niente pioggia; solo caldo torrido. In lieve aumento.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà