Contrasto al dissesto in montagna: premiato agli oscar green Marco Comini

29 Luglio 2022

L’amore per la montagna frutto degli insegnamenti di nonno Aldo ha spinto Marco Comini, 38 anni, ad un ritorno alla sua terra a Vernasca, dopo 17 anni di lavoro nel settore farmaceutico come analista di laboratorio. Per il giovane piacentino si è trattato di un cambio di vita radicale che ieri sera, giovedì 28 luglio, è stato premiato in occasione degli Oscar Green di Coldiretti Emilia Romagna.

La finale dell’edizione 2022 intitolata “Riprendiamoci il Futuro” ha visto i giovani ritrovarsi a Lido di Spina ( in provincia di Ferrara). Presente il direttore di Coldiretti Piacenza Roberto Gallizioli, una delegazione piacentina di Coldiretti Giovani Impresa guidata dal segretario Valerio Galli, insieme al Presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Nicola Bertinelli, al Direttore, Marco Allaria Olivieri, al delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa, Andrea Degli Esposti, alla delegata nazionale, Veronica Barbati e al segretario, Stefano Leporati. Ospiti della serata l’Assessore regionale all’agricoltura, Alessio Mammi e il meteorologo Andrea Giuliacci, che ha presentato una relazione che ha messo in evidenza come le piogge si concentrino ormai solo in momenti sporadici, lasciando spazio a lunghi periodi di siccità. Si conferma quindi prioritaria la realizzazione del piano di costruzione di invasi promosso da Coldiretti e ANBI.

Comini ha ricevuto la Menzione per l’agricoltura eroica, ovvero il presidio contro il dissesto e l’abbandono della nostra montagna, per aver dato vita nel 2019 a Vernasca alla sua azienda agricola “Oro Nero” che deve il nome al tartufo, raccolto fresco in tartufaie controllate e coltivate e trasformato in prodotti conservati al tartufo. L’azienda è dedita anche alla coltivazione in campo aperto di piccoli frutti, quali fragole, lamponi, ribes e more. Vengono prodotti inoltre ortaggi freschi come meloni, angurie e pomodori e poi frutta come albicocche, prugne e noci. Da sottolineare i liquori da noci e bargnoli, ovvero nocino e bargnolino.

Fiore all’occhiello dell’azienda “Oro Nero” e oggetto anche del premio consegnato ieri a Marco, è sicuramente l’impianto di irrigazione con recupero delle acque piovane a controllo automatizzato, un investimento – spiega lui stesso – che restituisce benefici al territorio. “Quest’impianto recupera le acque piovane dai tetti dell’azienda, e con esse vengono irrigati tutti i miei terreni attraverso la tecnologia a goccia”.

“L’agricoltura in montagna – afferma il direttore Gallizioli – svolge un ruolo fondamentale di presidio e valorizzazione del territorio e della sua biodiversità. Realtà come Oro Nero di Marco devono essere sostenute e incentivate, a tutela dell’intera comunità piacentina, per contrastare l’abbandono e l’impoverimento territoriale e di conseguenza il rischio di dissesto idrogeologico”.

“Le aziende agricole condotte da under 35 in regione rappresentano oltre il 4% della nostra economia agricola” ha detto il Direttore di Coldiretti Emilia Romagna, Marco Allaria Olivieri, delegato confederale di Coldiretti Piacenza. “Dopo gli anni della pandemia è bellissimo vedere come il nostro comparto non si sia lasciato minimamente abbattere, anzi. I giovani imprenditori sono gli alfieri della multifunzionalità, perno centrale di molte delle loro aziende. La diversificazione aziendale da essa garantita – ha continuato il Direttore regionale – permette di fare reddito continuando a far evolvere le imprese. La recente legge sull’agricoltura sociale rappresenta un ulteriore impulso per la multifunzionalità. Coldiretti prosegue nella messa in pratica delle sue politiche che hanno come obiettivo primario un PSR che abbia nei giovani la sua centralità, assieme alla revisione sulla legge per l’agriturismo, che potrà rendere le strutture ancora più multifunzionali”.

IL MERCATO COPERTO: ULTIMO FINE SETTIMANA PRIMA DELLA SOSTA DI AGOSTO
Al Mercato Coperto di Campagna Amica a Piacenza è presente anche l’azienda agricola “Oro Nero” di Marco Comini. In via Farnesiana,17 questo è l’ultimo fine settimana di apertura prima della sosta di agosto. Si ricordano gli orari per una spesa sostenibile e di qualità e per gli agri-aperitivi con i sapori e i vini del territorio: il venerdì dalle 16 alle 21, il sabato e la domenica dalle 8 alle 14.30. Sarà quindi possibile incontrare i produttori di Campagna Amica fino a domenica 31 luglio, per poi ritrovarli da venerdì 2 settembre, ma per tutto il mese di agosto proseguiranno i mercati contadini all’aperto.

 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà