Liste d’attesa all’asilo. Sarmato lancia un nuovo progetto per 13 piccoli

29 Luglio 2022

 

Cresce Sarmato, ci sono nuove famiglie con figli, ma i posti all’asilo restano quelli, una settantina, e il Provveditorato nega la sezione in più. E se la lista d’attesa al nido in quasi tutti i comuni di pianura è praticamente cronica, ora dunque l’elenco di chi resta fuori si estende anche alla scuola d’infanzia. Come nella giovane Sarmato, appunto, dove ci sono 13 piccoli in lista d’attesa.

“Inaccettabile, non era mai capitato”, dice il sindaco Claudia Ferrari, che ha incontrato i genitori. Una soluzione l’aveva trovata, “Abbiamo gli spazi a scuola per attivare una nuova sezione, li sistemiamo”, però nulla da fare, “Il Provveditorato ci ha negato la possibilità di una sezione aggiuntiva”.

Ferrari, pur ricordando come la competenza sia della scuola, si è rivolta anche al consiglio provinciale, di cui fa parte, spiegando di dover inventare letteralmente una strada: “Stiamo lavorando a un progetto educativo sperimentale per non lasciare le famiglie senza servizio, anche se ha un costo a carico del Comune di 50-60mila euro almeno, lo potremo fare per un anno”, ha detto all’emiciclo di corso Garibaldi, chiedendo un confronto allargato.

La richiesta di inoltrare un documento sulle necessità alla Regione è stata accolta dal consigliere provinciale delegato alla scuola Paola Galvani.

Il servizio integrale su Libertà di Elisa Malacalza

© Copyright 2022 Editoriale Libertà