Siccità: mais trinciato con 15 giorni di anticipo e allevamenti in crisi

01 Agosto 2022

Mais trinciato con oltre 15 giorni d’anticipo rispetto al passato. Non solo: prati ed erbai in crisi gravissima perché da mesi manca l’irrigazione. Il caldo eccezionale e la siccità stanno mettendo in ginocchio pure gli allevamenti. La testimonianza di Matteo Mazzocchi, allevatore di Bilegno di Borgonovo, è drammatica: “Volevamo iniziare a trinciare già la settimana scorsa, poi le precipitazioni di questi giorni ci hanno fatto posticipare l’inizio delle operazioni. Il prodotto è di qualità perché da noi si è potuto irrigare grazie alla vicinanza della diga”. Ma i problemi sono reali e riguardano l’intera provincia piacentina. A questo proposito le previsioni degli esperti non promettono nulla di buono: “L’autunno presenterà un conto salato alle aziende”, anticipa il veterinario Ernesto Idropici, grande conoscitore della zootecnia del nord Italia.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà