“Socialmente pericoloso e vicino alla mafia”: sequestro da 100mila euro

20 Ottobre 2022

La guardia di finanza di Bologna ha sequestrato un patrimonio immobiliare e finanziario del valore di oltre 100mila euro a carico di un 49enne di origini catanesi e residente nel Piacentino, ritenuto “socialmente pericoloso” per aver commesso nel tempo, in maniera sistematica, delitti contro il patrimonio, anche gravi e per la vicinanza a cosche mafiose.
Il provvedimento è del gip di Piacenza Sonia Caravelli e riguarda tre unità immobiliari a Catania, cinque quote di partecipazioni in società con sede nella nostra provincia e quattro rapporti bancari tutti riconducibili all’uomo, già condannato dalla Corte di Appello di Bologna, nel 2016, alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale per due anni.
Il sequestro, confermato anche dal Tribunale del Riesame, rappresenta il tassello finale di un’attività investigativa svolta dalle Fiamme gialle del nucleo di polizia economico finanziaria di Bologna in forza al Gico, all’esito della quale è stata riscontrata l’omessa comunicazione da parte dell’uomo delle numerose variazioni del proprio patrimonio, nonostante l’obbligo del Codice Antimafia per i dieci anni successivi alla condanna.
In particolare sono state ricostruite movimentazioni sconosciute per oltre 100mila euro.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà