A Colombello, tra Morfasso e Bettola, ultimate le opere di consolidamento del suolo

12 Novembre 2022

Poco più di due anni di lavori per mettere in sicurezza Colombello, il piccolo centro situato al confine tra i comuni di Bettola e Morfasso, nel piacentino. Con la recente conclusione delle opere di drenaggio lungo tutto il versante e la regimazione delle acque di superficie, si è infatti ultimato il terzo lotto di interventi che completa il consolidamento della località dell’Appennino emiliano.

“L’obiettivo dei lavori, finanziati dalla Regione con 80mila euro, è di affrontare le criticità riscontrate in seguito all’ondata di maltempo che circa tre anni fa aveva investito il territorio, provocando la riattivazione di una frana e mettendo così a rischio la stabilità della strada e dell’abitato – spiega Irene Priolo, vicepresidente della Giunta regionale con delega alla Protezione civile-. Il cantiere fa parte di un più ampio intervento di mitigazione del rischio idrogeologico finanziato dalla Regione con 450mila euro, messe in campo per ripristinare i danni causati dagli di eccezionali eventi meteo che hanno colpito l’Emilia-Romagna nel maggio del 2019”.

L’intervento appena concluso ha permesso la realizzazione di opere di drenaggio superficiale lungo tutto il versante, di un nuovo reticolo idraulico, di piccoli lavori per impedire il ruscellamento e un’adeguata modellazione morfologica per la regimazione delle acque. Questo cantiere è stato preceduto da una prima tranche di opere da 230mila euro per costruire, a circa 20 metri dalla nicchia di distacco del versante, un muro di contenimento al terrapieno e un sistema di raccolta e allontanamento delle acque. Successivamente, con secondo stanziamento di 140mila euro, sono state realizzate gabbionate e il drenaggio dall’abitato al versante.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà