“Piacenza Ricorda”: 12mila euro a Casa di Iris con il concerto dei Cani della Biscia

07 Luglio 2023

Dodicimila euro raccolti per la Casa di Iris. Quando Piacenza chiama, Piacenza risponde. Cinque parole che sintetizzano il successo del concerto – spettacolo benefico a sostegno di Casa di Iris andato in scena a maggio al Teatro Municipale, organizzato dalla sezione di Piacenza della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori e dal Comune di Piacenza, con il supporto dell’Ausl di Piacenza, Fondazione di Piacenza e Vigevano e Confapi.

Una serata di musica che ha riempito il teatro Municipale di emozioni e bellezza il cui ricavato ben 12mila euro è stato consegnato al presidente della Fondazione Casa di Iris Sergio Fuochi, da Flavio Santilli, per la Direzione Medica dell’Ausl di Piacenza, Franco Pugliese, presidente Lilt Piacenza, Patrizio Capelli, direttore del Dipartimento Chirurgia dell’Ausl Piacenza e Nicoletta Corvi, assessore comunale alle politiche per l’infanzia, la solidarietĂ , l’abitazione e l’inclusione sociale. Presente alla consegna anche Mario Andena di Federfama.

Il filo rosso del ricordo ha fatto da connettore alla serata che, come sottolineato dal dottor Santilli, “ha consentito a tutti noi di omaggiare tanti amici mancati con una serata di musica di altissima qualità”. Un ricordo a cui Franco Pugliese e Patrizio Capelli, affiancati dai Cani della Biscia, hanno voluto dare una connotazione di beneficienza “a supporto – ha spiegato il dottor Pugliese ringraziando tutti coloro davanti e dietro le quinte ha reso possibile questo successo – di una realtĂ  come l’Hospice Casa di Iris che rappresenta un punto fermo per il nostro territorio, simbolo di solidarietĂ  e cura”. “Il nostro obiettivo – ha aggiunto l’assessore Corvi – era quello di ritrovarci come comunitĂ , far emergere il sentimento di appartenenza e ci siamo riusciti dimostrando, ancora una volta, che quando Piacenza chiama, Piacenza risponde e lo fa con il cuore”.

“Con questo evento, per cui voglio ringraziare ancora una volta i Cani della Biscia per la loro professionalità e tutti i professionisti che, ognuno a modo suo, ha contribuito – evidenzia Patrizio Capelli – abbiamo messo una pietra miliare per Piacenza: fare il bello è possibile, e per costruire un futuro basato sulla condivisione il bello è determinante”.

Commosso il presidente della Fondazione Casa di Iris Sergio Fuochi che nel ricevere l’assegno di 12mila euro ha ripercorso la storia dell’Hospice, nato 14 anni fa con la collaborazione di tutti “e che da quest’anno può parlare di investimenti per il futuro nell’ottica che ci ha sempre guidati del costante miglioramento”.

 

© Copyright 2023 Editoriale Libertà