Ritratto di Signora; il furto del Klimt alla Ricci Oddi in una tesi di laurea

3 novembre 2013

20131102-174441.jpg

Il mistero della sparizione del doppio ritratto di Gustav Klimt dalle sale della galleria Ricci Oddi, ora è diventata la tesi di laurea di Linda Dotelli, giornalista di Telelibertà.
La tesi – discussa nel corso di Beni artistici, teatrali, cinematografici e dei nuovi media, dell’università degli studi di Parma – s’intitola “Il furto della signora, vita morte e miracoli di un capolavoro di Klimt” e ripercorre la lunga storia del dipinto; le origini, le esposizioni, l’enigma irrisolto della sua sparizione e le reazioni che questo fatto di cronaca nera scaturirono nel mondo dell’arte, sulla stampa e nella cittadinanza. “Ritratto di signora” sparì il 19 febbraio 1997, a pochi giorni dall’inaugurazione di un’importante mostra di pittura, in cui la tela avrebbe dovuto essere protagonista. L’allarme scattò tre giorni dopo: “Gli echi del furto del Klimt mi arrivarono quando ero a scuola, e frequentavo il liceo artistico – spiega Linda Dotelli – ; a distanza di anni ho pensato di scrivere questa storia, emblematica sotto molti aspetti.”
Oggi su Libertà una pagina con i particolari della tesi sul Klimt.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli

NOTIZIE CORRELATE