A Taormina

Marco Bellocchio pigliatutto: undici “Nastri d’argento” per “Il traditore”

30 giugno 2019

E’ stato l’autentico mattatore della 73esima edizione dei “Nastri d’argento”, premi cinematografici organizzati dal sindacato dei cine-giornalisti italiani a Taormina. Si tratta del regista piacentino, bobbiese per la precisione, Marco Bellocchio: sono stati ben sette i “nastri” conquistati dal 79enne “mostro sacro” del cinema italiano che poteva contare su ben undici nomination. Se li è aggiudicati grazie al film “Il traditore: miglior film, miglior regia, sceneggiatura, montaggio, colonna sonora oltre che contare sul migliore attore protagonista (Pierfrancesco Favino) e sui migliori non protagonisti (Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane).

Una serata da protagonista assoluto che va ad impreziosire una carriera che può contare un impressionante numero di riconoscimenti nel corso di una vita artistica che non conosce crisi di ispirazione. Il tutto a un mese dall’inizio del Bobbio Film Festiva, creatura di Marco Bellocchio, programmata dal 27 luglio al 10 agosto.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Provincia

NOTIZIE CORRELATE