Cinquecento anni fa la morte del conte Buso: iniziative e rievocazioni ad Agazzano

24 Agosto 2021

Il “Buso”, al secolo Pier Maria Scotti conte di Vigoleno e di Carpaneto, cinquecento anni or sono moriva ucciso a tradimento all’ombra del castello di Agazzano: il conte trovò la sua fine durante la spartizione di un bottino all’interno del maniero il 30 agosto del 1521. Secoli dopo, e più precisamente il 30 agosto 2021, il conte di Vigoleno e Carpaneto sarà oggetto di una serie di eventi a partire dalle 15, proprio nel castello di Agazzano: sono in programma visite guidate che saranno ripetute alle 15, 16 e alle 17, esposizioni di armature e spade, a cura dell’artista Claudio Mazzoli, alle 18 esibizione di spada con rievocazione del duello fra Pier Maria Scotti e Astorre Visconti, con la partecipazione dell’ex campione Alessandro Bossalini, alle 19.30 presentazione del libro: “Il Buso conte di Vigoleno e di Carpaneto” (edizioni Officine Gutemberg) ristampato per questa celebrazione, con l’autore Ermanno Mariani, affiancato dall’avvocato Corrado Sforza Fogliani. Il conte di Vigoleno fu uno dei protagonisti delle guerre d’Italia, il periodo più cupo della storia della nostra penisola.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà