Lotta alla povertà

Reddito di solidarietà, via alle domande. In regione 20mila famiglie in difficoltà

18 settembre 2017


Parte ufficialmente oggi, lunedì 18 settembre, il Reddito di solidarietà a sostegno delle famiglie in grande difficoltà economica.
La misura di contrasto alla povertà voluta, ideata e introdotta dalla Regione Emilia Romagna, che per realizzarla stanzia 35 milioni di euro all’anno di risorse proprie. Sono 20mila le famiglie che potrebbero potenzialmente beneficiare del sussidio.

La Regione fa sapere in una nota che nella settimana sperimentale tutto ha funzionato bene e sono già state accolte le prime richieste di persone sole che non lavoravano e famiglie con bambini.

Dalla giornata di oggi via libera a tutte le domande, che i cittadini dovranno presentare al Comune territorialmente competente tramite l’apposito modello. Il contributo – che prevede un massimo di 400 euro mensili per nucleo familiare, per non più di 12 mesi – sarà erogato dai servizi sociali all’interno di un percorso concordato e personalizzato, finalizzato a superare le condizioni di difficoltà dei beneficiari e a favorirne l’inserimento lavorativo.
L’annuncio è stato dato in Regione a Bologna, alla presenza del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, in occasione della firma del Protocollo regionale sull’impegno comune contro la povertà.

COME FARE PER OTTENERE IL REDDITO DI SOLIDARIETA’
TUTTO QUANTO DEVI SAPERE SUL REDDITO DI SOLIDARIETA’

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE