Martedì a Bologna premiati nove nuovi maestri del lavoro piacentini

27 Aprile 2018

Martedì primo maggio l’albo del Consolato dei Maestri del lavoro di Piacenza brillerà di dieci nuove Stelle al merito. Di queste una è molto speciale, perché alla memoria: sarà conferita direttamente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso di una cerimonia al Quirinale, ai familiari di Luigi Albertelli, la guardia giurata morta in servizio nel corso della drammatica alluvione del 14 settembre 2015 a Bettola.

A Bologna, sempre il primo maggio, riceveranno la stella al Merito 91 neo Maestri del lavoro residenti in Emilia Romagna, tra i quali 9 piacentini:
– Vittorio Albertelli (Piacenza)
– Roberto Battaglia (Vernasca)
– Claudio Bonardi (Piacenza)
– Walter Inzani (Piacenza)
– Lorenzo Labò (Piacenza)
– Danilo Lodigiani (Bettola)
– Gisella Manzini (Piacenza)
– Nicola Pozzi (Carpaneto)
– Ernesto Torretta (Gragnano).

L’onorificenza “Stella al merito del lavoro” è riservata ai soli lavoratori dipendenti che, per almeno 25 anni di servizio aziendale, si siano particolarmente distinti per singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale; abbiano con invenzioni o innovazioni nel campo tecnico e produttivo migliorato l’efficienza degli strumenti, delle macchine e dei metodi di lavorazione; abbiano contribuito in modo originale al perfezionamento delle misure di sicurezza del lavoro; si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà