Altro terremoto criptovalute, ma Musk e Binance rassicurano gli investitori

17 Novembre 2022

Ftx continua ad agitare il mondo delle critpovalute.
Gli effetti della bancarotta assistita della piattaforma di trading di valute digitali si fanno sentire sulle rivali Genesis e Gemini, la società fondata dai gemelli Cameron e Tyler Winklevoss. E spingono il Congresso americano a chiedere un’audizione di Sam Bankman-Fried, il fondatore  ed ex amministratore delegato di Ftx.
“Il tracollo di Ftx ha messo in difficoltà più di un milione di clienti, molti dei quali gente comune che aveva investito i suoi risparmi sulla piattaforma cripto. Sfortunatamente il caso di Ftx è solo uno dei molti esempio di piattaforme cripto che sono crollate nell’ultimo anno”, afferma la presidente della commissione servizi finanziari della Camera Usa.
Musk difende Bitcoin
“Sarà probabilmente un inverno lungo, ma il Bitcoin ce la farà”.
Elon Musk non ha dubbi sulla tenuta della criptovaluta, piegata come tutta l’industria delle valute digitali dal tracollo di Ftx.
A cercare di rassicurare e allentare la pressione sul settore è ancora Binance: l’amministratore delegato della maggiore piattaforma di trading di criptovalute al mondo, Changpeng Zhao, annuncia il lancio di un fondo per sostenere le aziende cripto alle prese con una crisi di liquidità.
Intanto però l’onda d’urto della repentina crisi di Ftx continua farsi a sentirsi: le autorità delle Bahamas hanno sentito l’ex amministratore delegato Sam Bankman-Fried e la piattaforma è stata bloccata in tutta l’Unione Europea dall’11 novembre. L’autorità di vigilanza cipriota ha infatti sospeso l’autorizzazione a operare della società e, in virtù del “passaporto europeo”, la sospensione ha effetto in tutta l’Ue.
Durante il periodo di stop dell’autorizzazione, Ftx non potrà svolgere servizi di investimento per la clientela o eseguire nuove operazione, fatta salve eventuali richieste di restituzione delle disponibilità e di strumenti finanziari.
Anche negli Stati Uniti l’attenzione è alta. La vicepresidente della Fed Lael Brainard rivela a Bloomberg la sua preoccupazione nel vedere i consumatori retail colpiti dal tracollo. Il mondo cripto deve essere inserito in dei “perimetri normativi”: è necessario assicurare che ci siano i “corretti guardrail” di regole, mette in evidenza Brainard.
Per cercare di restituire fiducia al settore, che da anni non vanta una della migliori reputazioni a causa della sua opacità e della sua volatilità, Binance indica di voler istituire un fondo per soccorrere le aziende alle prese con crisi di liquidità.
Zhao non offre alcun dettaglio sul fondo, limitandosi a spiegare che il suo obiettivo è sostenere la “fiducia” dopo un tracollo che ha bruciato 200 miliardi di dollari di valore dal mercato delle critpovalute e che è stato paragonato a Enron dall’ex segretario al Tesoro Larry Summers.
A pesare è soprattutto il fatto che la bancarotta assistita sia stata chiesta da una società come Ftx, ritenuta per anni un gioiellino anche dalle autorità che in Bankman-Fried vedevano il punto di riferimento del settore. Un’idea però tradita dalla realtà con SBF – così come è noto – che dopo essere stato per anni sulla cresta dell’onda si ritrova ora improvvisamente un 30enne con il conto in banca svuotato.

[email protected]

© Copyright 2022 Editoriale Libertà