Calcio giovanile: aggressione all’arbitro, cinque anni di squalifica per il giocatore

30 Marzo 2016

Il momento dell'aggressione all'arbitro

Il momento dell’aggressione all’arbitro

Sconfitta per 3-0 a tavolino per il Royale Fiore, ma soprattutto cinque anni di squalifica per Dani Vasilev che, fino al 30 marzo 2021 non potrà accedere ad alcuno impianto sportivo dove siano organizzati eventi legati alla Figc. Questo il verdetto del giudice sportivo che infligge così una sanzione esemplare al diciannovenne attaccante della squadra gigliata che, come riportato su queste pagine la scorsa settimana, fu protagonista di un’aggressione all’arbitro della partita del campionato Juniores tra il Royale Fiore e l’Agazzanese (la foto documenta il colpo ai danni del direttore di gara). Il match fu interrotto a metà ripresa.

Queste le motivazioni addotte dal giudice sportivo e pubblicate sul comunicato ufficiale della Figc: “Espulso a seguito di frasi gravemente offensive rivolte all’arbitro, reagiva al provvedimento di espulsione, raggiungendo quest’ultimo con uno sputo e successivamente afferrando il direttore di gara per il collo, lo stringeva vigorosamente per diversi secondi procurandogli un forte dolore cervicale. E qui l’arbitro non sentendosi più in grado di dirigere, ne decretava la fine raggiungendo anzitempo gli spogliatoi, mentre il giocatore continuava a proferire frasi minacciose nei suoi confronti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà