Con le Olimpiadi nel mirino, Giacomo Carini si allena con la Pellegrini

13 Febbraio 2021

Un collegiale di tre settimane in Francia per mettere benzina nel motore e prepararsi ai mesi decisivi per un’annata in vasca dal sapore particolare. Passa dal ritiro in altura a Font-Romeu, sui Pirenei orientali, il 2021 ad alto livello di Giacomo Carini, nuotatore piacentino tesserato per Fiamme Gialle e Vittorino da Feltre che per questa stagione ha in cima agli obiettivi la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo.

“Sto partecipando – spiega Carini dalla località d’Oltralpe – a un collegiale iniziato il 30 gennaio e che finirà alla fine della prossima settimana. Sono stato aggregato al gruppo di lavoro di Federica Pellegrini e sono molto contento di come stiamo lavorando. Cosa c’è all’orizzonte? Il primo snodo saranno i campionati italiani di fine marzo, la prima delle tre occasioni per qualificarsi alle Olimpiadi di Tokyo: per ottenere il pass olimpico, nei 200 dovrò ottenere almeno il tempo di 1 minuto 55 secondi 6, due decimi in più rispetto al mio record personale. La rassegna tricolore qualifica anche agli Europei, dove serve un tempo di 1 minuto 57 secondi 1. Potrei ottenere il pass già ai Tricolori, mentre una seconda chance sarebbero gli Europei; infine, l’ultima chiamata per Tokyo è il Trofeo Settecolli”.

L’INTERVISTA NELL’ARTICOLO DI LUCA ZILIANI SU LIBERTÀ IN EDICOLA 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà