Diga di Mignano, le leggende del triathlon iscritte alla due giorni di gare

11 Giugno 2021

Ci saranno anche due super campioni come Daniel Fontana e Michele Bonacina, oltre ad altri atleti fortissimi e pronti a vendere cara la pelle, alla due giorni di gare nazionali di triathlon in programma il prossimo weekend alla diga di Mignano. Il primo, italo-argentino classe 1975, è un’autentica leggenda di questa disciplina, vincitore di tre Ironman (unico italiano nella storia a fregiarsi di tale record) e con ben due partecipazioni alle Olimpiadi alle spalle. Il secondo si è invece da poco laureato campione italiano di triathlon cross ed è considerato tra i numeri uno a livello mondiale. In campo femminile occhi puntati su Margie Santamaria, triatleta azzurra data tra le favorite.

Assieme a loro – lo dicevamo in apertura – un drappello di talentuosi sportivi, tra cui spiccano diversi giovani sulla rampa di lancio. Ci sarà insomma la “crema” del triathlon italiano a questa seconda edizione, come sempre organizzata dall’instancabile Stefano Bettini di Piacenza Sport, autentico guru nell’organizzazione di eventi di tale portata. Ed è proprio Bettini a rivelarci i dettagli dell’affascinante due giorni.

“Saranno giornate di grande sport – assicura – senza dimenticare il ruolo che tali gare rivestono nella valorizzazione del nostro territorio, in questo caso della Val d’Arda. Gli atleti gareggeranno su percorsi suggestivi e spettacolari, che già alla prima edizione avevano affascinato i partecipanti. Il tracciato sarà sostanzialmente quello della prima edizione: sabato 12 andrà in scena il triathlon cross su distanza sprint composto da 750 metri di nuoto nelle acque del lago, 12 chilometri da percorrere in sella a una mountain bike e 5 chilometri di Trail con i migliori specialisti di questa disciplina. A questa competizione prenderanno parte 100 atleti. Domenica sarà la volta del triathlon sprint in bici da strada, con 750 metri di nuoto, 20 chilometri in bicicletta e 5 chilometri di corsa. Il numero limite che abbiamo fissato per questa gara è di 200 atleti e le iscrizioni sono già al completo con tempi record. La zona cambio con le biciclette sarà posta sul coronamento della diga, grazie alla concessione del Consorzio di Bonifica che supporta dal punto di vista logistico gli eventi”.

Ripartenza in grande stile, dunque. Un appuntamento che comporterà per forza di cose qualche piccola modifica alla viabilità nella sola giornata di domenica. “Dalle 10 alle 11.30 sarà chiusa la Statale dal bivio di Vezzolacca fino a due chilometri prima di Morfasso, mentre dal bivio di Vezzolacca fino al cementificio Buzzi sarò chiuso dalle 9.30 alle 13.00”.

Non resta che far parlare gli atleti, desiderosi dopo un anno anomalo e con gare ridotte all’osso di ripartire più forte di prima.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà