Staffetta Tricolore, passaggio del testimone in piazza Cavalli il 7 luglio alle 19

05 Luglio 2021

Foto di archivio – Alex Zanardi e Bruno Galvani

“Quando Pierino Dainese, Team manager di Obiettivo3, ci ha chiesto di organizzare a Piacenza il passaggio del testimone – sottolinea con entusiasmo il presidente di Anmil Piacenza Maurizio Manfredi – insieme al nostro rappresentante a livello nazionale Bruno Galvani ed al mio vice-presidente Giovanni Ferrari ci siamo mossi subito per organizzare al meglio l’avvenimento. Abbiamo trovato subito la piena disponibilità dell’amministrazione comunale a collaborare con i propri uffici e, ancora una volta come tante in passato, il sostegno economico e umano di Valter Bulla. A loro va il sentito ringraziamento di Anmil, ed il mio”.

Obiettivo3 è un progetto nato nel 2017 da un’idea del suo fondatore, Alex Zanardi. Un centro di ascolto, reclutamento, assistenza e avviamento allo sport per atleti Paralimpici.

Progetti come LAStaffetta Tricolore, la cui prima edizione si è svolta con successo nel 2020, sono molto importanti per Obiettivo3. Un evento nazionale, unico nel suo genere, che coinvolge oltre 100 atleti paralimpici nel ciclismo, nel tiro con l’arco, nel triathlon e nell’atletica, vuole diventare un format da replicare ogni anno in futuro. Un’occasione di visibilità importantissima per Obiettivo3 e sicuramente funzionale, oltre che alla diffusione del messaggio, al reperimento delle risorse necessarie, alle attività di reclutamento di persone disabili e alla promozione dei suoi valori. La staffetta è in generale anche un’occasione per vivere il territorio e per generare emozioni legate alla bellezza dei paesaggi che si attraversano e agli incontri possibili lungo il viaggio. Oltre 3mila km complessivi, attraversando scenari e panorami mozzafiato. Le tre staffette partiranno dalla Valle D’Aosta, da Lecco e da La Villa, in concomitanza con la partenza della Maratona delle Dolomiti. Passando per le pianure lombarde e poi venete si uniranno in un’unica carovana a Bologna, fino alla costa adriatica, verso l’appennino tosco-emiliano, lungo le coste laziali con una tappa evento a Roma alle Tre Fontane, proseguendo per l’Abruzzo, le coste calabresi e pugliesi, fino all’arrivo in Sicilia. Ogni tappa varia dai 40 ai 180 km, a seconda della disciplina e delle caratteristiche del territorio di riferimento. Saranno realizzate 10 Tappe villaggio sul territorio nazionale, e saranno allestiti dei villaggi sportivi. La tappa finale sarà organizzata a Catania in Piazza dell’università dove questo lungo viaggio si concluderà con una grande festa. Lo scopo è portare avanti diverse iniziative: 1) la promozione di O3 e le attività di reclutamento di nuovi potenziali atleti; 2) la sensibilizzazione al tema della disabilità nello sport e dell’accessibilità dei luoghi in cui praticarlo che coinvolgerà anche le amministrazioni locali e le istituzioni, prime fra tutte il Comitato Italiano Paralimpico, l’Inail, e le Regioni che ci accoglieranno e supporteranno; 3) spazi dedicati ad associazioni che sul territorio si occupano di promuovere temi come la disabilità nello sport.

“Per l’edizione 2021 gli organizzatori dell’avvenimento, che si svolge con il patrocinio anche di Anmil Nazionale, – chiosa Maurizio Manfredi – hanno deciso di fare il passaggio di testimone a Piacenza il giorno 7 luglio in Piazza Cavalli alle ore 19.00 e da dove poi ripartiranno il giorno seguente in direzione Parma e noi siamo molto contenti di questa scelta, perché iniziative di questo genere aiutano davvero l’integrazione sociale ed anche ad apprezzare il valore degli esseri umani. Ovviamente tutta Piacenza vuole anche fare arrivare ad Alex Zanardi, persona straordinaria che già in passato si è speso con generosità per alcune iniziative Anmil (vedi il tour per la sicurezza Anmil o il progetto Senza peccato volute da Bruno Galvani – ndr), un fortissimo abbraccio nel momento in cui sta lottando come un leone per uscire dall’ultimo drammatico incidente, accadutogli proprio nell’edizione dell’anno scorso della staffetta”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà