Innamorarsi del baseball: a Gossolengo presentato “Il diamante è per sempre”

01 Dicembre 2021

Il giornalista della Gazzetta dello Sport Mario Salvini ha presentato alla biblioteca civica di Gossolengo il suo ultimo libro intitolato “Il diamante è per sempre”. Dieci storie per innamorarsi di questo sport, come ha spiegato lui stesso: “Il libro parla di baseball e penso di poter dire che parla anche di vita e di tutti noi visto che sono storie molto significative per quanto riguarda la storia del gioco, ma che vanno anche al di là della cronaca e dei risultati, non racconta cronache sportive, ma parabole che spero abbiano qualcosa da insegnare. I lettori possono trovare storie che ci riguardano anche lontanamente, il baseball è infatti nella nostra cultura, oltre che in quella americana, senza che noi riusciamo appieno a rendercene conto perché da noi non è molto popolare e non ha quegli schemi immediati che hanno altri sport. Però c’è qualcosa di noi, rispetto a football o basket, per esempio, il baseball contiene molta più Italia, un secondo argomento all’interno di questo libro è appunto l’emigrazione dei personaggi che ho cercato di raccontare, alcuni hanno appunto origini italiane e hanno storie che meritano di essere conosciute e non solo in Italia”.

Si raccontano storie di personaggi conosciuti e non, ma prima di tutto uomini che hanno qualcosa da dire: “Tra gli idoli americani c’è Joe Di Maggio, che se andiamo a01 vedere i numeri non è stato il più grande di tutti, però ha altri aspetti che lo rendono tale. Lo è stato per noi italiani, con il suo modo di giocare ha riscattato l’immagine degli italo-americani negli anni ’40 quando noi eravamo i nemici. C’è poi Yogy Berra, uno dei personaggi più citati nella storia per le sue frasi apparentemente strampalate, ma che hanno una sua saggezza ed è inoltre il giocatore che ha vinto il maggior numero di World Series, altro italo-americano. Altra storia “umana” è quella di Roberto Clemente, basta dire che oggi è in atto un processo di canonizzazione per lui, poi altri come Rino Bertoia e Riccardo Biasatti, italiani che hanno giocato a lungo”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà