I ruoli del fisioterapista e del mental coach approfonditi a “Star Bene” su Telelibertà

16 Dicembre 2021

Chi sono le figure che ruotano attorno all’atleta? Se ne è parlato nella nuova puntata di “Star bene”, la trasmissione in onda su Telelibertà. Al microfono della giornalista Marzia Foletti sono intervenuti Matteo Losi, fisioterapista e consulente del poliambulatorio Soluzione Salute e Alessandra Marcotti, docente di scienze motorie e mental coach.

“La vita degli atleti professionisti è segnata da eventi traumatici – spiega la giornalista Foletti – parliamo degli infortuni che rappresentano un ostacolo per uno sportivo non solo dal punto di vista fisico ma anche mentale. A volte infatti accade che pur in presenza di un pieno recupero per cui le prestazioni potrebbero tornare a livello di eccellenza, la mente gioca brutti scherzi e costituisce un freno per la piena ripresa”.

Da qui la trasmissione è partita, soffermandosi intanto sul ruolo del fisioterapista e del mental coach, ma anche sulla collaborazione che si instaura fra queste due figure.

“Nella presa in carico del paziente infortunato io mi occupo del ritorno in campo dell’atleta – spiega Losi – la figura del fisioterapista si occupa di movimento e di performance, ripristinando la muscolatura nel modo più corretto possibile”.

“Un mental coach accompagna un’atleta in un percorso – chiarisce Marcotti – alcuni atleti vogliono migliorare la loro performance da un punto di vista tecnico, altri che lo fanno per una questione motivazionale oppure le squadre lo fanno quando ci sono delle problematiche”.

A parte anche un piccolo riferimento ad “Appuntamento con le emozioni”, il libro scritto da Marcotti per raccontare dei suoi incontri con sei protagonisti del mondo dello sport tra i quali anche Alex Zanardi.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà