La finale di danza

Concorso Enrica Prati, successo per la prima edizione. I VINCITORI

19 novembre 2018

Grazia, rigore, sacrificio, savoir faire e quella voglia matta di esprimersi attraverso la danza, la “buona danza” come ama ripetere Amedeo Amodio. Quella che non conosce barriere di stile e non si lascia imbrigliare in etichette troppo vincolanti. Quella che conosce la bellezza delle linee e sa farsi contagiare da un’emozione. Danzando per la musica e nella musica. Quarantatrè giovani danzatrici che si sciolgono in un sorriso, sotto il logo della prima edizione del Concorso Enrica Prati, condotto da Maddalena Corvaglia e rivolto a danzatori solisti non professionisti. Riflettori che si accendono sulla ribalta dello Spazio Rotative per la finalissima del premio nazionale intitolato alla vicepresidente del Gruppo Libertà, promosso da Fondazione Libertà, in collaborazione con Associazione Choròs, Editoriale Libertà e Telelibertà.

Sono quattro le vincitrici, proclamate al termine di un’appassionante sfida.

Nello stile classico (11-14 juniores) l’ambito riconoscimento è finito nelle mani della piacentina Alice Remondini con “Allegro” (Artedanza Piacenza), al secondo posto Giulia Nocco della scuola CID di Parma sulle note di “Tschaikowsky Pas De Deux variazione”. In ambito seniores (15-18) ha sbaragliato la concorrenza Marta Scalone (“Progetto Danza Ragusa; “Aurora terzo atto”). Poi lo stile contemporaneo (juniores) dove sono state notate e premiate le evoluzioni di Rebecca Ferreri (prima classificata: ASD Ritmodanza Alessandria).

Per le seniores si riconferma, in vetta al podio, dopo la vittoria nel classico, Marta Scalone gran mattatrice della serata. Sul podio del classico juniores è salita Carolina De Giorgi (terza; Danzainscena Piacenza) mentre in campo seniores hanno ottenuto un ottimo riscontro Angela Iris Mammarella (seconda classificata Nuove Dinamiche Centro Danza Roma) e Letizia Manstretta (terzo posto; Domenichino da Piacenza).

Sul terreno del contemporaneo si sono comunque distinte nello juniores Martina Panetta (seconda; Koiné Danza Aosta) e Fabiana Raiola (terza; Television Dance Baricella). Nel seniores bei piazzamenti per Veronica Piccolo (San Giovanni in Persiceto, Anthesis) per Elisa Celeghini (Television Dance Bologna).

Hanno consegnato, i premi, oltre ai singoli giurati, la Presidente di Editoriale Libertà Donatella Ronconi, Nicoletta Bracchi, direttore di Telelibertà e Marcella Azzali, direttore artistico della manifestazione. Assegnate anche alcune Borse di Studio, offerte dall’Associazione “Polyakov”, dal Concorso di Danza Città di Ragusa, dall’Ateneo della Danza di Siena, dal Pavullo Festival Danza.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE