Si fa presto a dire frullato!

Di Debora Saccardi 06 Maggio 2021

 

Lo ammetto in autunno e in inverno non lo preparo quasi mai, preferisco tè e tisane ma in primavera e in estate, il frullato diventa la mia pausa preferita! Complici sicuramente le belle giornate, le ore in più di luce e le temperature più miti, la preparazione del frullato e il relativo assaggio, diventano il mio momento di coccola a colazione ma molto più spesso a metà pomeriggio. Inoltre mi piace abbinare la frutta alla verdura e creare mix buoni da bere, vitaminici e rimineralizzanti!

 

Frullato, milkshake o smoothie?

Potranno sembrarvi la stessa cosa ma non è così, anche se spesso la linea che li differenzia è davvero molto sottile, visto che oggi soprattutto nel settore gastronomico tutto è il contrario di tutto, tutti sono esperti e i tuttologi spuntano come funghi! Cercherò comunque di fare un pò di chiarezza.

La caratteristica che unisce tutte e tre le preparazioni è l’uso del frullatore, quello che cambia sono gli ingredienti e la consistenza finale.

Il frullato per antonomasia si prepara con frutta fresca di stagione, erbe aromatiche a piacere, acqua oppure succhi di frutta e zucchero(facoltativo). Io personalmente non aggiungo zuccheri, perché bastano quelli naturalmente presenti nella frutta. Qualcuno so che sostituisce l’acqua o il succo con il latte. Se siete intolleranti al lattosio o allergici alla caseina, optate per latte di soia, riso o cocco.

Il milkshake è di origine americana e solitamente gli ingredienti che si utilizzano per la sua preparazione sono latte e gelato a base crema o a base frutta. La caratteristica è che il risultato finale deve avere una consistenza piuttosto cremosa tale da essere mangiata con un cucchiaino. Viene servito accompagnato da ciuffi di panna montata, vari topping, gocce di cioccolato, granella di nocciole e tanto altro. Insomma un dolce a tutti gli effetti! In Italia siamo soliti chiamarlo frappè.

E arriviamo allo smoothie. Per farlo servono ghiaccio, frutta e/o verdura e yogurt, preferibilmente magro(facoltativo). Il ghiaccio viene tritato e non mantecato come nel sorbetto. Una via di mezzo tra frullato e milkshake.

 

I consigli del nutrizionista

Due chiacchiere con il Biologo Nutrizionista Francesco Milano, che ringrazio per la disponibilità, la chiarezza e la professionalità.

Francesco, un frullato o smoothie che consiglieresti ai nostri lettori?

“Sono amante del kefir, quindi al momento consiglierei di abbinarlo alle fragole, che sono di stagione. Un altro abbinamento che mi piace, che consiglio a chi fa sport, è quello a base di kefir, cacao amaro in polvere, miele e un pizzico di guaranà. Da prepara al mattino, è davvero energizzante!”

Li trovi un valido spuntino?

“Va considerato che non danno senso di sazietà. La sazietà è legata alla masticazione. Frullando gli ingredienti però, si rendono più disponibili vitamine e sali minerali. Sono ottimi spuntini per chi ha problemi di masticazione o per invogliare chi ha problemi con le consistenze, come bambini, anziani e volendo possiamo “nascondere” nel frullato anche una verdura, come hai fatto tu nella tua proposta.”

Qualche consiglio per la preparazione?

“Una volta preparati vanno subito refrigerati e consumati entro 24 ore. Le componenti della preparazione, una volta frullate sono più esposte all’ossigeno, si ossidano e quindi se consumati oltre tale tempo, non cambia solo il colore ma soprattutto il sapore.”

 

Il frullato del mese

In questi giorni mi sto preparando un frullato a base di limone, carota, banana e fragole.

Il limone sceglietelo non trattato in modo da poter utilizzare anche la buccia grattugiata, per conferire maggior aroma al vostro frullato. Io preferisco spremere il succo piuttosto che acquistarlo già pronto. Vi ricordo che il limone è ricco di vitamina C.

La carota volendo potete sostituirla con la variante viola. Io la uso per la sua naturale dolcezza.

La banana conferisce consistenza e apporta un buon apporto di sali minerali, potassio in primis.

Le fragole sceglietele sode, prive di muffe e con picciolo di un bel verde. Sono ricche di vitamina C e potassio.

Per conferire un aroma più rinfrescante, potete aggiungere un paio di foglie di menta cocktail o glaciale.

 

Ingredienti per una persona Quantità
Limone n. 1
Fragole n. 7
Carota n. 1
Banana n. 1
Acqua naturale ml 150

 

Procedimento

Lavare e grattugiare la buccia del limone. Spremere il succo.

Lavare delicatamente le fragole, togliere il picciolo e tagliarle a spicchi.

Pelare e tagliare a rondelle sottili le carote.

Sbucciare e tagliare a rondelle la banana.

Inserire tutti gli ingredienti nel frullatore, aggiungere l’acqua e frullare per un paio di minuti.

Versare il frullato in un bicchiere o se preferite in un vaso per alimenti accompagnato da una cannuccia.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà