Tributo Anmil in piazza, grande festa per l’impresa di Bruno Galvani. Foto

08 Maggio 2016

IMG_5325.JPG

È arrivato puntuale oggi pomeriggio Bruno Galvani, impegnato nel tour in solitaria a bordo di una hand bike che sta facendo tappa in ogni città, tra le più colpite da infortuni sul lavoro. Galvani, presidente della Fondazione Anmil, è partito lo scorso 28 aprile da Monfalcone e dal suo viaggio sarà ricavato un documentario. Grande festa per lui in via Colombo presso il negozio Bulla Sport e successivamente in piazza Cavalli, come documentato dalle fotografie.

Notizia delle 6
Edizione numero quindici per il Tributo Anmil alle Vittime del lavoro, concerto musicale organizzato dall’Associazione che rappresenta chi sul lavoro (o per il lavoro) ha perso la vita o l’integrità fisica, che ogni anno porta nelle piazze o nei teatri piacentini importanti artisti noti a livello nazionale.

L’inizio è previsto in piazza Cavalli alle 17 con le esibizioni di numerosi gruppi musicali che da anni sono vicini ad Anmil nella celebrazione della memoria dei troppi caduti sul lavoro: a succedersi sul palco saranno i Blugrana, Edoardo Cerea, Michael Fortunati, Marco “Ray” Mazzoli, Alessandro Zanolini e Simone Fornasari. Oltre alla presenza del rapper romano Skuba Libre, artista uscito da Italia’s Got Talent che presenterà il brano “Qualcosa cambierà”, scritto per Anmil. A chiudere la serata, dalle 21 ci sarà l’esibizione del cantautore Mario Venuti.

Quest’anno doppio appuntamento per le iniziative Anmil: oltre al Tributo ed all’arrivo del Tour per la Sicurezza sul lavoro, capitanato dal Presidente della Fondazione Bruno Galvani, il giorno 9 una delegazione Anmil, insieme al Presidente Territoriale Giovanni Ferrari e a Bruno Galvani, ricorderà i Caduti sul Lavoro e le vittime delle tragedie della Pertite, depositando una corona alla Lapide di Piazza Cavalli, alle ore 11.00, alla presenza delle Autorità Cittadine. A seguire, Bruno Galvani incontrerà nella Sala Consiliare del Comune di Piacenza il Consiglio Comunale dei ragazzi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà