Piacenza

Semplificazione burocratica, il Comune accelera. Si parte con il bollo virtuale

16 ottobre 2012

Da sinistra, gli assessori Silvio Bisotti e Francesco Timpano

Bollo virtuale da pagare direttamente allo sportello con bancomat o carta di credito e bollini blu delle caldaie in rete. Sono questi i primi passi della rivoluzione digitale che il Comune sta avviando per rendere più agile il rapporto delle aziende con l’amministrazione.
Un percorso iniziato già da diverse settimane, che vedrà un importante snodo nel mese di novembre, quando sarà convocato il Forum per la semplificazione burocratica.
Lo ha annunciato l’assessore Francesco Timpano nel corso della giunta di oggi. Innanzitutto il Comune ha avviato una attenta ricognizione interna e ha scoperto che la tipologia di rapporti con le aziende raggiunge un numero esorbitante: ben 319 casi differenti, una vera giungla. “Ma noi possiamo farci poco – ha precisato Timpano – perché praticamente tutti ci sono imposti dalle leggi nazionali: basti pensare alla trentina di moduli diversi per l’occupazione di suolo pubblico, che noi non possiamo accorpare. Ma dove potremo interverremo”. Spesso, però, lo scoglio è anche un altro: “Molte richieste delle imprese – ha chiarito l’assessore – richiedono l’interazione con altre amministrazioni: prefettura, questura, Inps, Inail, vigili del fuoco, soprintendenza e asl. Vorremmo che lo sportello unico diventasse davvero tale, dove chi viene o, meglio, si collega debba fermarsi una sola volta, risolvendo le questioni con un solo contatto. Il forum che organizzeremo servirà soprattutto a dialogare per eliminare lungaggini e sovrapposizioni”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE