Piacenza

Piacenza, 3.8 milioni di ore di cassa integrazione nei primi 9 mesi dell’anno

19 ottobre 2012

Un operaio al lavoro in fabbrica

Quasi 4 milioni di ore di cassa integrazione autorizzate in nove mesi. La crisi continua a mordere Piacenza, lo confermano i dati resi noti dalla Cgil Emilia Romagna in vista della manifestazione nazionale che il sindacato terrà domani a Roma per chiedere politiche più incisive a difesa del lavoro.
Nella nostra provincia, da gennaio a settembre sono state registrate circa 3,8 milioni di ore di cassa integrazione, praticamente lo stesso dato del 2011: 1,4 milioni di ore di cassa ordinaria (+300mila rispetto allo scorso anno), 1,15 milioni di straordinaria (-200mila) e 1,2milioni di cassa in deroga (-70mila ore). Dati che riguardano le ore autorizzate per impiegati ed operai.
Con il mese di settembre in Emilia Romagna sono state raggiunte 62,5 milioni di ore di utilizzo di ammortizzatori sociali. Nei primi nove mesi del 2012 si registra un incremento del 5,2% dell’utilizzo rispetto allo stesso periodo del 2011.
In tutta la regione si registra un notevole incremento alla cassa integrazione ordinaria (+ 65,2%). “In questo contesto – aggiunge la Cgil – pesano inoltre i 15mila lavoratori collocati in mobilità e le 100mila domande di disoccupazione ordinaria presentate da inizio anno all’Inps”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza