Piacenza

Reggi al voto smorza le polemiche,
“Da domani insieme per il Paese”

2 dicembre 2012

AGGIORNAMENTO DELLE 17.00

«Il calo dell’affluenza ci può favorire». È quanto ha affermato in diretta a Tgcom24 da Roberto Reggi, ex sindaco di Piacenza e coordinatore della campagna elettorale di Matteo Renzi. «La mancata registrazione ha creato qualche disguido in alcuni seggi – ha detto Reggi -. Ci sono meno elettori e questo trend si sta confermando dappertutto. Quelli che si sono iscritti al secondo turno e poi bocciati sono circa 180 mila. Crediamo che l’invito al voto sia stato colto dalla parte dei renziani, consolidandoci. Pensiamo anche che chi ha votato al primo turno e non al secondo abbia fatto mancare un voto a Bersani».

 

LA NOTIZIA DEL VOTO ALLE 10.42

“Direi che c’è stata una distensione necessaria, anche perché siamo nello stesso partito e abbiamo fatto una battaglia vera, non si poteva pretendere venisse combattuta senza spigolosità”. Così l’ex primo cittadino di Piacenza e braccio destro di Matteo Renzi, Roberto Reggi, stamattina al voto nella sede dell’ex Circoscrizione 3.

Sulle polemiche, “Le conseguenze non sono necessariamente negative – ha detto Reggi – hanno motivato tanta gente a venire a votare, mi auguro non ci siano riduzioni significative rispetto al risultato di domenica”. Dopo due giorni di pioggia e polemica, insomma, una schiarita. “Penso sia stata una bellissima prova democratica – ha concluso Reggi-, solo noi ce la possiamo permettere.

Da domani – promette – lavoreremo insieme per il bene del Paese”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza