Assenze da scuola, pediatri piacentini pro eliminazione del certificato medico

01 Aprile 2016

Influenza

Dall’inizio dell’anno scolastico 2015-2016, per rientrare a scuola dopo essere stati ammalati per più di 5 giorni, il certificato medico non serve più. La nuova normativa introdotta dalla Regione Emilia-Romagna ha alleggerito i pediatri, ma divide l’opinione dei genitori ed ha suscitato qualche perplessità anche nel personale scolastico. Si teme infatti che potenzialmente la misura possa mettere a rischio la salute dei bambini. A difendere il provvedimento sono invece gli stessi medici: Roberto Sacchetti, segretario della Federazione Italiana Pediatri di Piacenza spiega i motivi a Telelibertà. Secondo il pediatra “i periodi di  massima contagiosità si hanno nella fase di incubazione e all’esordio della malattia riducendosi enormemente dopo 5 giorni.  Per altro i medici devono continuare a indicare ai genitori le misure di profilassi contumaciale obbligatorie e per il medico curante c’è l’obbligo di denuncia dei casi di malattia infettiva”.

Sulle malattie infettive, alla luce dell’epidemia di morbillo che ha purtroppo interessato anche alcuni operatori sanitari piacentini, Sacchetti rivolge agli altri medici un appello sull’importanza dei vaccini.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà